EuroCup: le parole dei protagonisti dell’impresa virtussina

178
Virtus

C’è anche una conferenza stampa nel mezzo della festa virtussina scatenatasi dopo la vittoria dell’EuroCup 2022. Emozione, sorrisi e lacrime impreziosiscono i volti dei protagonisti di questo traguardo. Abbiamo raccolto le dichiarazioni a caldo di alcuni di loro.

E’ Kyle Weems il primo a rompere il silenzio, medaglia al collo e la soddisfazione stampata in faccia.

Ringrazio coach Sergio che è stato fantastico dal giorno uno, abbiamo perso molti giocatori, tanti si sono infortunati. A lui non è importato, ci ha sempre tenuto pronti e sul pezzo, i ragazzi hanno continuato a lottare, non importava quali nomi erano disponibili nel roster e credo che questo abbia dimostrato il vero spirito del nostro team. Sono incredibilmente orgoglioso e per me è speciale essere parte di tutto questo adesso. Vorrei ringraziare molte persone nell’organizzazione che lavorano dietro le quinte e non ricevono molti riconoscimenti.

Ha raggiunto i nostri microfoni anche un emozionatissimo Alessandro Pajola che festeggia così la vittoria:

“Eravamo ambiziosi, sapevamo di avere le carte in regola per arrivare fino in fondo, abbiamo semplicemente fatto il nostro dovere, lavorato duro tutti i giorni.” Incalzato sul percorso in Virtus continua: “Sono arrivato qua che non avevo niente, ho semplicemente lavorato duro, grazie a chi mi ha accompagnato in questo percorso, chi c’era fin dall’inizio e mi ha aiutato a crescere. Raccolgo i frutti di tutto il lavoro che ho fatto in palestra.”

Anche capitan Belinelli ha raggiunto la stampa per rilasciare alcune dichiarazioni.

“Lascio che i risultati parlino, non mi do delle arie. Quando ho firmato con la Virtus gli obbiettivi erano questi, cercare di vincere il più possibile e soprattutto l’obbiettivo principale quando parlai con la società era portare la Virtus in EuroLega, l’anno scorso ci siamo andati vicini e devo essere sincero io ieri sera ho pensato a quei momenti, quando ci siamo fatti sfuggire l’occasione di essere in EuroLega. Quest’anno ce lo siamo meritati, negli ultimi due mesi abbiamo fatto, grazie al presidente Zanetti e tutta la società, due acquisti importanti in Daniel Hackett e Toko Shengelia quindi sicuramente siamo una squadra diversa. […] L’abbiamo dimostrato questa sera contro una squadra a cui va tantissimo rispetto perché non ha mai mollato fino alla fine ma noi siamo stati più bravi, forse abbiamo avuto più voglia di vincere”. Aggiunge poi “finché sto bene il mio obbiettivo è quello di vincere il più possibile, io qui sto bene, sono a casa, avevo promesso a mia figlia che avremmo vinto la partita e saremmo andati in EuroLega per lei quindi questa va per lei”.

Queste invece le parole di coach Scariolo:

“E’ stata un’ottima EuroCup, voglio ringraziare l’organizzazione, a partire dal presidente Zanetti, per avermi permesso di allenare questo team. Non è stato facile arrivare qua dall’NBA ma questo dimostra che ne è valsa la pena. Ringrazio tutti anche per avermi permesso di operare le mie scelte riguardo il roster, posso assicurarvi che volevano costruire una buona squadra e questo è molto stimolante per me.
Ringrazio naturalmente i fan per il calore di questa sera, avevamo bisogno di questo tipo di supporto. Abbiamo avuto un sacco di infortuni, è stata un’annata folle e pensavamo fosse la classica stagione sfortunata che non riesci a fronteggiare. Ringrazio il team e li ringrazio per essersi lasciati allenare da me e per avermi mostrato un’enorme fiducia”.