Virtus mercato: servono un lungo e un play?

934
Virtus
Foto di Savino Paolella

La stagione si avvicina sempre di più al momento cruciale e decisivo della stagione, dove veramente every game matters in ogni competizione. Questo porta a essere molto concentrati sul presente e sul campo, ma ovviamente dietro la scrivania, le dirigenze devono lavorare e già tessere le prime trame per la squadra che sarà nella prossima stagione. Anche una Virtus Bologna che sta andando molto bene in Eurolega e ha appena battuto la rivale Olimpia in campionato, sta ragionando su come rinforzare il proprio roster.

Se la stagione di Marco Belinelli sino a oggi è stata sontuosa, se quella di Daniel Hackett è sempre una garanzia di qualità e quantità, è ovvio che ogni anno che passa è uno di più sulla carta d’identità. E allora, come riporta il sito web encestando, la Virtus sta ragionando sul futuro e starebbe cercando un giocatore tra gli esterni da inserire dietro ai due veterani e che possa complementarsi con loro in modo proficuo.

Non si parla solo di piccoli ma anche di lunghi, perchè ovviamente il nodo più importante da sciogliere riguarda Toko Shengelia, leader della squadra che ha una clausola di uscita. considerandolo per ora e viste le sue esternazioni di amore per il bianconero, un giocatore della Virtus, rimane importante un acquisto nel reparto lunghi dove per Dunston può valere il ragionamento di Hackett e Belinelli, mentre Zizic, sotto contratto fino al 2026, finora non sta decisamente entusiasmando.
Questi gli obiettivi primari per il mercato della Virtus del futuro.