Virtus, un mese di stop per Dobric

1097
Virtus

Brutte, ma non bruttissime notizie in casa VirtusOgnjen Dobric, infortunatosi nell’ultimo match dell’anno contro Pesaro.

Uscito a 4′ dalla fine, a causa di una brutta distorsione alla caviglia, stando ai rumors riportati da Sportando si prospetta un mese di stop per il serbo.

Una situazione che complica l’avvio del nuovo anno bianco-nero, con ben 11 gare tra campionato ed EuroLeague nel solo mese di gennaio.

Virtus, situazione infortuni

Dobric è l’ultimo di una serie di infortuni che hanno colpito la Virtus: dopo la tegola di Jordan Mickey, che dovrebbe rientrare intorno a metà mese, si è aggiunto anche l’infortunio patito da Devontae Cacok, infortunatosi nella vittoriosa trasferta di Belgrado, la cui entità dello stop non è ancora ufficiale.

Proprio per sopperire alle assenza nel reparto lunghi, la Virtus si è assicurata la firma di Ante Zizic, che andrà così a rimpolpare il reparto lunghi di coach Banchi, dove i soli Dunston e Shengelia non potevano sobbarcarsi tutto il lavoro. Vero, ci sarebbe Achille Polonara, ma l’ala azzurra è ancora in via di recupero della condizione dopo la lunga assenza per i noti motivi.

Dal mercato è arrivato anche Rihards Lomazs, che adesso avrà subito tanto spazio vista l’assenza di Dobric. Soprattutto, e lo ricordiamo, considerato che Hackett e Belinelli non sono più dei ragazzini e hanno necessità di recuperare per mantenere lo standard altissimo di rendimento avuto in questa prima parte di stagione.

Certo, lo stop di Dobric riduce ancor di più le possibilità di rotazione nel reparto esterni bolognese ma, purtroppo, bisogna imparare a fare di necessità virtù, chiedere un extra sforzo a tutti per poi tornare a più miti consigli nel momento in cui la nave uscirà dalla tempesta.

 

Stefano Sanaldi
Quello con la palla a spicchi è stato amore a prima vista. Una volta appese le scarpe al chiodo, ho deciso di allenare le nuove generazioni per rimanere in questo fantastico mondo. E poter scrivere di pallacanestro è un piacere e un onore.