Virtus Bologna: un nuovo sponsor per l’anno prossimo?

393
Virtus
Foto Savino Paolella

Sono giorni decisamente agitati in casa Virtus Bologna. I bianconeri stanno affrontando i Playoff di LBA, ma nelle ultime ore delle voci riguardanti questioni extra-parquet hanno preso il sopravvento. Da mesi si parla di possibili cambi nei vertici di sponsorizzazione per le Vu Nere, e ieri il comunicato da parte di Segafredo ha confermato quanto si rumoreggiava. La società bolognese infatti ha annunciato di non voler rinnovare l’attuale contratto con la Virtus. Cosa questo vorrà dire di preciso lo scopriremo nel futuro. La Segafredo si farà definitivamente da parte? Oppure stipulerà un altro contratto di sponsorizzazione con i bianconeri, ma a cifre diverse?

A calmare le acque è intervenuto Massimo Zanetti, che ha rassicurato i tifosi sul fatto che nulla cambierà in futuro. Se così fosse, tuttavia, allora apparirebbe senza senso il comunicato diramato ieri dalla Segafredo. La sensazione è che, quindi, qualcosa cambierà effettivamente. Cosa di preciso è ancora da capire, ma le prime ipotesi iniziano a circolare tra gli appassionati.

Nel corso della trasmissione Basket-on-Er su Icaro Tv, il giornalista Massimo Bortolotti ha parlato della situazione in casa Virtus, cercando di fare il punto su cosa potrebbe accadere in futuro.

Secondo quanto riportato dal conduttore, il peso specifico della società Segafredo sul budget bolognese non sarebbe in realtà così sostanziale da rendere impossibile la sua sostituzione.

Nella Virtus, secondo me, il contributo economico di Segafredo come azienda al bilancio Virtus è di 2 milioni sui 30 di budget. Siamo sotto il 10% come valore economico. Quindi, non è impossibile rimpiazzare 2 milioni su 30 per un club che gioca in EuroLeague. Sempre che si giochi in EuroLeague l’anno prossimo.

Va sottolineato come questa, in realtà, sembri poco più che un’opinione di Bortolotti, che non a caso utilizza l’espressione “secondo me”. Il giornalista ha continuato poi criticando le tempistiche con cui il comunicato è arrivato, considerandole poco appropriate. La Segafredo infatti ha diramato questo annuncio in piena corsa playoff, momento in cui il clima attorno alla squadra dovrebbe rimanere il più sereno possibile per assicurare concentrazione totale sul risultato in campo.

Io eccepisco sui modelli di comunicazione. Il dottor Pietro Lucchese, titolare della Next Relations, mi ha detto “io questo comunicato l’ho diffuso. È stato scritto dal consiglio di amministrazione”. Gli ho chiesto in che percentuale il cda fosse composto dal fondo. Mi ha risposto “non lo so”.

Ho chiesto a Lucchese sulla tempistica. La risposta, gentilissima: “Ho eseguito quanto il mio datore di lavoro mi ha chiesto di fare.”

Infine, Bortolotti ha sganciato la bomba, facendo una prima ipotesi su quello che sarà il futuro del rapporto tra Virtus e Segafredo. Secondo il giornalista, infatti, nella prossima stagione i bianconeri potrebbero avere un nuovo sponsor sulla maglia. Quale? Un partner che in realtà è già presente nella sponsorizzazione del club.

Un partner Virtus già presente, che è l’intermediazione assicurativa marcata Marsh, potrebbe diventare sponsor di maglia nella prossima stagione.