Welcome Nunnally: “Sto benissimo, è un nuovo inizio”

70

Milano batte per 90 a 76 il Darussakafa Istanbul, è la terza vittoria consecutiva in Eurolega. Ora è a pari merito con Baskonia e Bayern Monaco.

Era attesa dai biancorossi una risposta sul parquet, a seguito delle polemiche legate allo 0-20 a favore Pistoia, e quale miglior occasione se non una bella vittoria in Eurolega nel giorno in cui il proprio ultimo acquisto è stato presentato?

Era senza dubbio un altro impegno senza possibilità di errore ed i due punti era obbligatori sia per continuare a restare nel “gruppone” delle squadre a caccia di un posto nei playoff sia anche per approfittare dello scontro diretto tra Baskonia e Bayern Monaco, terminato 76 a 68 per i baschi.

È vero anche che la formazione turca è l’ultima in classifica- certamente non è stata la vittoria dell’anno- ma nelle ultime due uscite ha comunque sconfitto il Baskonia e si è fatta valere contro il Real Madrid. I tricolori, quindi, hanno avuto il merito di non sottovalutare la gara; riuscendo ad annullare la squadra turca sotto canestro, uno dei loro principali punti di forza, non facendosi trovare impreparati.

Questa vittoria ha sicuramente un buono sapore, perché proviene da una squadra che non è nelle migliori delle condizione condizioni.  Tanti infatti i problemi fisici per il poster di Pianigiani: Nedovic e Tarczewski sono ormai clinicamente recuperati, ma il loro mancato utilizzo è stato dovuto ad una condizione ovviamente ancora da ritrovare, mentre sono alle prese con vari acciacchi Cinciarini (febbre alta), Burns (caviglia) e Brooks (ginocchio), oltre all’assenza di un Gudaitis fuori per tutto il resto della stagione.

Una nota positiva è stata sicuramente il rientro di Micov, dopo il riposo di Pistoia. È, infatti, proprio il serbo a siglare la tripla del primo vantaggio milanese (5-4). Oltre ad essere una partita dall’indiscutibile importanza, oggi è anche la giornata dedicata a James Nunnally, nuovo acquisto dei tricolori direttamente dall’NBA. L’americano non ci mette troppo a mostrare a tutti i tifosi milanese le sue potenzialità e, neanche il tempo di entrare dalla panchina, che l’ex Houston segna i suoi primi 2 punti al forum da giocatore biancorosso. I primi venti minuti di gioco dicono Olimpia Milano, ma non c’è tanto da essere soddisfatti: la squadra ha sofferto molto le ripartente turche e non è riuscita ad essere efficace in attacco. I biancorossi, però, rientrano negli spogliatoi in vantaggio di + 4.

E se il terzo quarto di solito è per Pianigiani il momento in cui i suoi ragazzi riescono a prendere in mano la partita ed, eventualmente, a staccare la squadra avversaria con un largo e corposo parziale; questa volta le scarpette rosse non ce la fanno e dal +4, si ritrovano sul -1. In evidenza un energico Kuzminskas che riesce a prendere a braccetto i suoi, a non rallentare mai il gioco e, in alcuni possessi, ad essere anche il play aggiunto.

Il basket è imprevedibile: come una partita la si può perdere in pochi secondi, la si può anche ribaltare in così poco tempo. Negli ultimi dieci minuti l’Olimpia Milano è riuscita così a guadagnare un massimo vantaggio di +12. Il merito va soprattutto alle tre triple di un elettrizzante Curtis Jerrells che, se nel primo tempo perdeva più palle che occasioni create, nel quarto quarto porta la propria squadra praticamente alla vittoria. Sono poi la tripla di Nunnally, la schiacciata di Omic e un James in una delle sue migliori serate a portare ai bianco rossi il terzo successo europeo consecutivo.

 

Ai nostri microfoni non poteva che non esserci l’uomo partita: James Nunnally. Il nuovo giocatore di Milano parla così della prima partita al Mediolanum Forum in biancorosso:

Sto benissimo! Un nuovo inizio. Abbiamo giocato come squadra molto bene, molto uniti, ho cercato di fare quello che potevo dando il mio contributo. Stare qua a Milano per me è tutto.