Olimpia Milano, Pangos si sblocca e l’Olympiacos è ko: le pagelle

1145

Nella serata di Gigi Datome l’Olimpia Milano convince contro l’Olympiacos vincendo 65-53. I milanesi partono forti con Shields e Mirotic ma Milutinov non regala sconti e sotto i tabelloni appare dominante.
Voigtmann prova ad arginarlo mente Pangos non trova la giusta ispirazione per sbloccarsi in un primo tempo anonimo.
Cambia tutto nella ripresa però con le triple del canadese e la transizione offensiva ben giocata da Milano, con Mirotic capace di segnare in ogni situazione.
L’Oly non molla ma si alza il tasso difensivo dell’Olimpia che chiude la sfida con il solito Mirotic.

OLIMPIA MILANO

Poythress 5: inizia bene in difesa poi solo falli su falli.

Pangos 7: primo tempo completamente anonimo poi scatta la scintilla con le triple e anche una buona difesa.

Tonut 6: non si prende iniziative, ma è su ogni pallone vagante.

Melli 6: lavoro oscuro a rimbalzo e in difesa, ma è più fiacco del solito.

Kamagate 6: pochi minuti con buona intensità.

Ricci NE

Flaccadori 6,5: non una serata facile, ma riesce in un paio di giocate importanti.

Hall 5,5: tanto lavoro in difesa ma la sensazione che non riesca mai ad accendersi davanti.

Shields 7: costantemente pericoloso nonostante l’ennesima difesa ad hoc su di lui. A volte ferma troppo il gioco.

Mirotic 7,5: spesso risalta per qualche pasticcio e qualche ricezione mancata. Poi guardi il tabellino e sono i soliti 20 punti. Segna con una facilità disarmante.

Hines 6: serata del record e lavoro in difesa.

Voigtmann 6,5: in attacco è quasi uno scempio con i tiri rifiutati. Però sono 6 assist e un bel lavoro su Milutinov.

 

OLYMPIACOS

Walkup 7: partita precisa in attacco con ottime percentuali. Solito mostro in difesa.

Canaan 3: un doppio tecnico in pochissimo tempo. Serata da dimenticare.

Lountzis 6: buon contributo nei suoi minuti.

Larentzakis 5: terribilmente falloso.

Papas 6: un tiro in 5 minuti di gioco.

Fall 5,5: presenza fisica imponente ma davvero difficile poterlo tenere in campo a lungo.

Papanikolau 5: stecca dall’arco e la gara ne risente.

Brazdeikis 6: lavoro difensivo eccellente ma in attacco è uno sdeng continuo.

Peters 5: tradito dalle percentuali.

Milutinov 7: costantemente pericoloso e domina il primo tempo. Nella ripresa si perde contro Voigtmann

Sikma 5: non al meglio e si vede.