Legabasket, Supercoppa italiana: chi alzerà il primo trofeo?

226
Supercoppa
Pagina Facebook Vanoli Basket Cremona

Il 21 settembre inizierà ufficialmente la Supercoppa italiana 2019, la prima competizione di questa stagione, che vedrà affrontarsi a Bari le finaliste dello scorso campionato e quelle di coppa Italia.

VANOLI CREMONA-DINAMO SASSARI

In questa prima semifinale si affronteranno la vincitrice della coppa Italia contro i vicecampioni d’Italia.
Entrambe le squadre rispetto allo scorso anno sono state molto rivoluzionate in fase di mercato ed hanno perso alcuni dei giocatori chiave della scorsa stagione come Mathiang e Crawford per i lombardi e Thomas e Cooley per i sardi.
La Dinamo Sassari per cercare di portare a casa la vittoria, nonostante i vari cambiamenti, dovrà puntare sulle proprie certezze come Spissu e Pozzecco sfruttando però anche i nuovi innesti McLean e Jerrells e la fisicità di Bilan poiché Cremona, a seguito dei vari problemi legati a Williams, potrebbe avere delle mancanze in quello spot. La Vanoli ha dalla sua un gruppo molto solido guidato da Saunders e da capitan Diener e, nonostante la mancanza di un vero centro momentaneamente sostituito da Sobin, ha già dimostrato molte volte quanto la coesione del gruppo possa sopperire a queste mancanze e in questo avrà un ruolo centrale Meo Sacchetti, che però è rimasto per lungo tempo lontano da Cremona a causa del mondiale.
Questo potrebbe rivelarsi un match molto equilibrato tra due squadre molto rivoluzionate e molto diverse poiché i sardi dovranno puntare sulla fisicità di McLean e Bilan mentre Cremona dovrà sfruttare l’esperienza del suo capitano e del suo coach, ma certamente nessuna delle due compagini vorrà lasciarsi sfuggire il primo trofeo stagionale.

Supercoppa

UMANA REYER VENEZIA-HAPPY CASA BRINDISI

La squadra campione d’Italia affronterà in questa semifinale la squadra che ha ottenuto il secondo posto in coppa Italia cioè Brindisi.
I lagunari sono i candidati numero uno alla vittoria finale di questa Supercoppa poiché sono riusciti a migliorare e a rendere più completo il proprio roster, infatti, per sopperire alle cessioni di Biligha e Hayens la società orogranata ha acquistato giocatori come Udanoh, Filloy e Chappell che hanno alzato il livello dell’intera formazione.
L’Happy Casa Brindisi ha invece rivoluzionato la propria squadra cedendo pezzi pregiati come Moraschini, Clark e lo stesso Chappell sostituendoli con innesti di esperienza come Thompson, Stone e Martin. La società è riuscita, inoltre, a trattenere i due giocatori simbolo della scorsa stagione cioè Banks e Brown ed è pronta a ripartire proprio da loro due per riuscire a conquistare il primo trofeo stagionale dimostrando, come lo scorso anno in coppa Italia, di saper dare filo da torcere anche alle formazioni più forti del campionato come la stessa Venezia.
Entrambe le compagini, nel corso della preseason, hanno subito infortuni ad alcuni dei giocatori più importanti all’interno delle rotazioni come Udanoh e Mazzola che ha deciso di operarsi al polso, mentre Brindisi per far fronte all’infortunio di Tyler Stone ha acquistato a gettone per un mese il pivot Bogdan Radosavljevic. Nonostante tutti questi problemi nessuna delle due squadre sembra intenzionata a perdere questa partita e a rinunciare al primo trofeo stagionale.