Legabsket: Brescia non si ferma più e batte anche Reggio, le pagelle

166

Nella sfida di Santo Stefano è Brescia a sorridere grazie ad una prestazione convincente soprattutto in difesa con poche sbavature. Sugli scudi le guardie Cournooh, Massinburg e Della Valle ed il lungo Odiase. Reggio è parsa spaesata e troppo dipendente dalla regia di Cinciarini e dai canestri di Anim. Partita che si è conclusa 84-77.

GERMANI BRESCIA 

Gabriel 6,5: inizio complicato con due falli in 3 minuti, rientra nella ripresa mettendo triple importanti e facendo il solito gran lavoro a rimbalzo.

Tanfoglio s.v. 

Massinburg 7,5: attacca ripetutamente il ferro subendo un gran numero falli, segna alcuni canestri di gran classe, sembra un altro giocatore rispetto a quello di inizio stagione.

Della Valle 7: crea dal pick ‘n’roll per se e per gli altri e punisce la difesa avversaria dal midrange.

Taylor 5,5: tanti errori e scelte non sempre corrette per l’ex Patrasso.

Cobbins 5,5: non brilla particolarmente: poco male, vista la bella prestazione di Odiase.

Odiase 7: buona prestazione, converte i giochi a due in attacco e protegge il ferro in difesa.

Burns 6: gioca diversi minuti da 4 e tutto sommato non dispiace.

Laquintana 6: fa rifiatare Cournooh portando grinta ed energia dalla panchina.

Cournooh 7,5: si prende responsabilità in attacco mettendo canestri allo scadere e riempie il tabellino in ogni voce statistica, sempre più l’anima di questa squadra.

Moss 6: parte in quintetto e, pur non incantando, gioca una partita di sostanza.

Akele 6: si vede poco ma fa sempre la giocata giusta.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA 

Anim 7: ottimo tiratore molto pericoloso sia dall’arco che dalla media, se Reggio rimane a galla per buona parte del match è anche merito suo.

Reuvers 6,5: l’ex Wisconsin è bravo ad allargare il campo e a punire al tiro.

Hopkins s.v.

Cipolla s.v.

Strautins 5: brutta prova, non si vede mai.

Vitali 6: l’ex della serata fatica a rendersi pericoloso ed ha le polveri bagnate ma è comunque abile a convertire in lunetta.

Stefanini s.v.

Cinciarini 6: detta i ritmi, ma ancora una volta è costretto a fare gli straordinari.

Nembhard 5,5: non si è ancora inserito negli schemi di coach Sakota, un altro handler serve come il pane a questa squadra.

Burjanadze 6: gioca da “finto 5” segnando 8 punti e catturando 6 rimbalzi.

Olisevicius 5,5: non lascia un gran segno nei 19 minuti in cui rimane in campo.

Diouf 6: converte qualche tiro ma nonostante i mezzi fisici e atletici convince solo a metà.