Olimpia Milano, Datome: “Milano scelta giusta”

526
F.M.B / Bball-Evolution

Si è tenuta oggi presso l’Armani Teatro di Milano la presentazione ufficiale di Gigi Datome con i colori dell’Olimpia, qui le sue parole

Dopo la protocollare introduzione del GM Stravopoulos ecco le prime dichiarazioni dell’ex Fenerbahce:

Tante motivazioni che mi hanno riportato qui, adesso sotto con lavoro. Milano è cresciuta molto, voglia di vincere con un squadra italiana, Armani, Olimpia, Milano, rischio di andare sul retorico. Compagni di squadra di altissimo livello. Dobbiamo essere pronti per tutto, dobbiamo saper gestire, il roster doveva essere di 15 giocatori visto le alte esigenze tra campionato ed Eurolega

Come ha vissuto e sta vivendo questo suo ritorno in Italia?

A volte mi veniva da ridere leggendo delle cose, ho vissuto bene, ho aspettato certe cose, ho voluto far le cose per bene per lasciare il Fenerbahce e lo ringrazio per l’uscita. C’era bisogno di aspettare dei tempi, sapevo che si sarebbe fatto. Contento che si sia fatto, è successo e quindi tutto bene.

Immagine dell’Italia

Situazione storica particolare, nel nostro piccolo speriamo di far divertire le persone, da fuori la vedevo come un bellissimo posto, tutti l’adorano da fuori, mi spiace che siano mancati tanti giovani che non sono riusciti ad emergere.
Il campionato aveva perso appeal che ha ritrovato nell’ultimo anno, speriamo di non tradire le attese.

Da Obradovic a Messina, primo nuovo contatto e stagione Eurolega

Mi ha già allenato in Nazionale, ci conosceremo meglio, mi ha preso per essere me stesso;  leadership dopo il primo allenamento dopo il primo allenamento è un po’ di difficile, si forma col tempo.
Prossima stagione spero che vada tutto per il meglio, vediamo cosa succederà in campo, sono curioso di vedere cosa accadrà.

Impatto di questa lunga pausa sul suo corpo in vista dei una stagione molto lunga contando il lungo chilometraggio che ha

Grande possibilità per me di poter lavorare sul mio corpo, ho sfruttato l’occasione, spero di aver dei benefici, ho cercato di affrontare questa situazione particolare, passato l’estate tra riposo e lavoro specifico, contento di allenarmi col gruppo perché ero stanco di allenarmi da solo.

Saluto con Obradovic

Forte. L’ho ringraziato per questi anni, sapevamo entrambi che questo giorno sarebbe arrivato, ho chiamato tutti. Era doveroso ringraziarlo, ora nuova sfida, un cambiamento fa sempre bene anche a livello di crescita personale; sono sicuro che Milano sia stata la scelta giusta.

Domanda a Stravopolous sull’idea di squadra:

Abbiamo costruito una squadra equilibrata, Di giocatori con esperienza, atletismo, leadership, abbiamo tutte queste componenti per una squadra come Milano. I nostri obiettivi sono scudetto, Coppa Italia e arrivare il più vicino alle Final Four.
Mercato strano, abbiamo lavorato durante la quarantena, alla fine gli ingaggi sono rimasti inalterati malgrado i proclami di aBbassamento, non c’è stato il pericolo NBA (tranne Campazzo) quindi squadre e giocatori avevano idee chiare.

Nazionale ed Olimpiadi

Mancano ancora tanti mesi, il Pre-Olimpico è strano con anche il fattore NBA, ho tanto altro a cui pensare, poi vedremo. Dicono che non abbiamo speranze per Tokyo, magari è la buona volta che andiamo.