“È la mia ultima partita qui.”

238
Wade Baldwin
Credit Ipa Agency

Il Maccabi Tel Aviv ha vinto nella serata di ieri il suo secondo titolo israeliano consecutivo, dopo essere andato a una partita dalle Final Four di Euroleague e dall’eliminare i futuri campioni, ma soprattutto dopo una stagione a dir poco travagliata e problematica per tutte le vicissitudini sociali che ben conosciamo.
C’è il rischio che la partita di ieri sia il via a una diaspora di talenti dal Maccabi e il primo a confermarlo è Wade Baldwin.

È la mia ultima partita qui.

Così ha dichiarato durante i festeggiamenti del titolo. L’ex giocatore del Bayern Monaco ha ritrovato se stesso in questa stagione e per ampi tratti è stato inserito nel discorso all’MVP. Purtroppo ha dovuto saltare le partite decisive a causa di un infortunio e chissà come sarebbe andata se non si fosse fatto male.
Ora, però, è arrivato il momento di cambiare e Wade Baldwin non sarà più un giocatore del Maccabi Tel Aviv nella prossima stagione. Tanti rumors hanno coinvolto il suo nome e quello più accreditato sembra quello del Fenerbahce.
Non sarà il solo però ad andarsene perchè Bonzie Colson potrebbe fare lo stesso percorso in quanto praticamente tutte le squadre di alto livello in cerca di un 3 sono sulle sue piste. Finiamo poi con Lorenzo Brown che è stato accostato fortemente da ieri a una squadra che non ci aspetteremmo alla ricerca di un giocatore come lui.
Se Kattash sarà il timoniere del nuovo progetto Maccabi, gli interpreti con tutta probabilità saranno molto diversi, a partire da Wade Baldwin.