Messina: “Soddisfazione enorme, Nick forse sa qualcosa più di me…”

3796
Messina
Foto di Savino Paolella

Ettore Messina è felice della vittoria di uno scudetto non scontato, ma mette tutte le cose in prospettiva:

È un’enorme soddisfazione, abbiamo battuto una grande squadra, profonda, dura, con una grande possibilità di fare canestro. Dopo la partita con Trento abbiamo avuto una coesione, una determinazione e forse anche l’umiltà di giocare sempre insieme. Con i rimbalzi, con la difesa, cercando di trovare i punti dove attaccare gli avversari, questo ha permesso che nelle varie partite di questa serie ci sia stato un protagonista diverso. Abbiamo trovato in questi play-off la solidità che non abbiamo avuto durante l’anno. Tutto lì, i ragazzi sono riusciti a farlo, gli va il merito di tutto questo.

Su Stefano Tonut:

Ha fatto una bellissima stagione, l’anno scorso pensiamo che nel play-off aveva giocato pochissimi minuti. Aveva davanti Billy Baron, Devon, Shavon, quest’anno si è meritato un posto nei primi cinque, è stato continuo, è stato determinato e ci ha dato una grande mano a vincere questo scudetto.

LEGGI ANCHE LE PAGELLE

LE PAROLE DI BANCHI

Le assenze e il recuperare la nave:

Ho avuto la fortuna di allenare tantissime squadre che hanno vinto tantissimi campionati. Ci sono dei momenti in cui avverti una solidità diversa e una disponibilità diversa. Nelle due partite di Trento ho cominciato a avvertire questo piano piano. Per me la stagione è stata come per tutti gli altri, difficile. Parti con grandi aspettative, grandi desideri, ti rendi conto piano piano che alcune cose non sono andate bene. Abbiamo perso la nostra guardia titolare per tutto il campionato. Abbiamo fatto un errore su cui non vogliamo più tornare perché poi se no si offendono, abbiamo dovuto aspettare di riuscire a portare Shabazz indietro, ma era già Natale. Quindi non abbiamo mai avuto continuità. In tutto questo ci metti anche che sotto il peso di tante aspettative è stato difficile anche per la squadra trovarsi. E quindi è stato un anno difficile. La soddisfazione di aver rimesso insieme questa nave in tempo per vincere uno scudetto è un’enorme soddisfazione.

Il futuro di Hines:

Bellissimo gesto di Nick nel far alzare la coppa a Kyle. Che valore ha questo momento per Kyle, per tutta la squadra? Non lo so Kyle che progetti ha per il suo futuro. Secondo me in quel gesto di Nick c’è probabilmente qualcosa che lui sa in più di me. Kyle aveva qui sua mamma, aveva qui tutta la sua famiglia. Può darsi che per lui sia arrivato il momento di pensare a diventare un grandissimo dirigente o un grandissimo allenatore. Però glielo chiederemo. È una presenza molto importante in campo e fuori. Vediamo cosa vorrà fare, parlerò con lui con un po’ di calma.

I rinnovi:

Parlerò con il signor Armani e il signor Leo nei prossimi giorni. Ovviamente ci sono delle situazioni importanti, contrattuali. Ci sono delle cose di cui devo parlare con la proprietà.  Stasera voglio andare a casa contento e godermi la vittoria.